Storia dell’istituto

L’Istituto Tecnico per Geometri nasce di fatto nell’anno scolastico 1968-1969 con la separazione della sezione “Geometri” dell’IT Commerciale e per Geometri Jacopo Riccati, che si trasferisce da piazza Vittoria ai locali parrocchiali di S. Ambrogio di Fiera.

La continuità storica è quindi quella con il precedente – e comune – Istituto Provinciale Tecnico Matematico, Commerciale e di Agrimensura, sorto per volontà dell’Amministrazione Provinciale nel lontano 1886, riconosciuto poi dallo Stato nel 1923 con la riforma “Gentile” e trasformatosi nel 1934 in Istituto Statale: “Regio Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri J. Riccati”.

Dal 69/70 l’Istituto per Geometri diviene sede autonoma.

L’istituzione ufficiale avviene nel 1972, con la denominazione di Istituto Tecnico Statale per Geometri “Andrea Palladio”. Sono presenti anche un corso serale e due sedi staccate: una a Pieve di Soligo ed una ad Oderzo.

Nel 76/77 il Palladio si trasferisce nella sede di via Cal di Breda, presso l’ex Brefotrofio provinciale, con alcune sezioni al “Corazzin”, ex sede dell’Istituto provinciale per minori.

Nel 1980 la sezione di Oderzo diventa autonoma assumendo il nome di Sansovino.

Dal 1989 il Palladio si trova nell’attuale sede di via Tronconi ed è anche sede degli esami di abilitazione per l’esercizio della libera professione di Geometra.

Nel 1995 la sede staccata di Pieve di Soligo viene accorpata con l’Istituto Magistrale ed il Liceo Scientifico della stessa cittadina (l’attuale Casagrande).

L’Istituto ha partecipato al processo innovativo della scuola, avviato in campo nazionale a partire dai primi anni ’90, aderendo a gran parte delle sperimentazioni didattiche proposte: la sperimentazione “Brocca” (dal 1993), l’introduzione delle Nuove Tecnologie Informatiche nella didattica (progetto Multilab, 1996); la sperimentazione dell’Indirizzo Edile Territoriale (dal 1997 e  con l’introduzione di nuovi indirizzi sperimentali nel campo informatico e socio-ambientale nel 2001); la sperimentazione dell’Organico Funzionale (dal 1999); l’attivazione nel 1999 del  progetto Sirio, rivolto agli studenti del corso serale; l’attivazione a partire dall’anno scolastico 2005-2006 dell’Indirizzo Ordinamentale per Geometri (ex Progetto Cinque).

Dall’anno scolastico 2007-2008 – con l’attivazione dell’Indirizzo Arti Grafiche – si affianca l’Istituto Tecnico Industriale all’Istituto Tecnico per Geometri, per cui la denominazione del 1972 è divenuta “Istituto Statale di Istruzione Superiore ‘Andrea Palladio’”.

Dall’anno scolastico 2010-2011, in seguito al riordino della Scuola Secondaria Superiore, il Palladio ha nuovamente cambiato denominazione, divenendo Istituto Tecnico Statale “A. Palladio”, con l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”, l’indirizzo “Grafica e Comunicazione”, il corso Geometri progetto Sirio.

Le numerose scelte innovative hanno determinato le seguenti azioni:

  • La didattica per moduli negli Indirizzi sperimentali Edile-Territoriale, Socio-Ambientale ed Informatico, nel corso serale;
  • la realizzazione di numerosi Progetti di mobilità in quasi tutti i paesi europei, di scambio, di stage per studenti e di formazione per docenti (Comenius bilaterali e multilaterali, Grundwig, programmi di mobilità Leonardo) all’interno dei programmi di cooperazione e di partenariati europei; in questo ambito l’Istituto ha svolto un ruolo di formazione e promozione come Scuola-polo della Rete Europea delle Scuole del Veneto, promossa dalla Regione;
  • l’utilizzazione delle tecnologie informatiche nella didattica e nella realizzazione di notevoli lavori multimediali, alcuni dei quali hanno  ottenuto riconoscimenti e premi in concorsi italiani (Qwerty di Venezia Mestre, Lions Club di Padova, ecc.) ed europei (Netdays 2003).

Il Palladio è stato Capofila della rete nazionale  Multilab, ed ha aderito alla rete europea Enis (European  Network Innovative Schools), nell’ambito della quale è stato selezionato tra le 19 scuole europee scelte per the European Schoolnet eLearning Awards (Stoccolma, novembre 2002);

  • l’intensificazione dell’utilizzo dei Laboratori di Chimica e di Fisica;
  • la collaborazione con l’Amministrazione penitenziaria di Treviso al fine di contribuire al recupero sociale dei detenuti  per i quali, all’interno della struttura carceraria, è stata creata un’apposita sezione;
  • lo stretto rapporto con il territorio, con istituzioni ed enti, per una formazione legata alle problematiche della realtà contemporanea;
  • la realizzazione di stage per studenti delle classi quarte presso imprese ed enti pubblici;
  • la fruizione da parte di alcuni docenti e studenti di borse di mobilità internazionale messe in palio dalla Regione Veneto;
  • l’arricchimento dell’offerta formativa nell’ambito dell’area di integrazione curricolare e  di attività extracurricolari, quali corsi approfonditi di CAD, il potenziamento delle competenze informatiche, con la possibilità di ottenere la certificazione ECDL  (di cui l’Istituto Palladio è Test Center Capofila), esercitazioni pratiche di rilievo topografico con l’ausilio della tecnologia satellitare, attività sportive e ludiche, attività di educazione alla salute, incontri e visite didattiche relative ai temi dell’educazione ambientale, della bioedilizia e dell’architettura sostenibile.